Un Albero…

IMG_6786

“Un albero sotto i raggi del sole, un sasso segnato dalle intemperie, un animale, una montagna: tutti hanno una vita, una storia, vivono, soffrono, affrontano i pericoli, godono, muoiono. Ma non sappiamo il perchè.
Hermann Hesse”

L’Oscurità

IMG_6681

Apri il cuore e accontentati di quello che la vita ti concede. Siamo tutti invitati alla festa della vita, dimentica i giorni dell’oscurità, qualsiasi cosa possa essere successa non è la fine.
Augusto Daolio

Montemerano, una gemma nella storia

montemerano-1

Montemerano: tra storia secolare e i ricordi della mia vita!

Come ben sapete sono innamorato della Maremma, e anche in un altro degli ultimi miei post ve l’ho ribadito e spiegato il perchè.

Da oggi comincerò a scrivere post per convincervi a venirmi a trovare ed ad innamorarvi anche voi di questa terra speciale nel sud della Toscana

Eccoci quindi a Montemerano, il paese che si trova a solo 1 km da casa mia e che mi ha visto viverlo in molte fasi della mia vita.

Partiamo con alcuni cenni storici di questo paesino medievale arroccato su una collina.

febbraio-09-002

Montemerano fu voluto dalla famiglia Aldobrandesca nel 1200 come punto strategico nel territorio, spesso sede di scontri con altre famiglie per il controllo della zona.

Nel secolo successivo passò sotto il controllo dei Baschi che lo annessero al territorio di Orvieto, ma fu nel 1400 quando passò sotto l’egemonia dei Senesi che Montemerano fu trasformato in una vera fortezza. Con la disfatta e la successiva caduta di Siena, Montemerano fu aggregata dai Medici al Granducato di Toscana.

Questo susseguirsi di domini ha fatto si che ha Montemerano vi siano molte differente influenze architettoniche

.img_9565-2

I suoi vicoli, le sue piazzette, ogni suo angolo nascosto lo rendono un borgo unico e bellissimo, ricco di arte, storia e un’atmosfera speciale.

Assolutamente da non perdere la Chiesa di San Giorgio, poco fuori dalle mura, dove troverete, inaspettatamente, opere d’arte inestimabile e una bellezza incredibile.

img_0359

Ma la mia vita a Montemerano, sono altri tipi di ricordi ed emozioni: sono i pomeriggi passati con gli amici dell’adolescenza (non c’era ancora internet) a chiacchiera e/o a cantare sulle “scalette” oppure con gli amici d’infanzia con cui giocavo a nascondino in tutto il paese.

Senza dimenticare le estati trascorse con vere e proprie battaglie di gavettoni. Oppure gli inverni trascorsi nelle case degli amici, o nella sala prova della banda o nel teatro per qualche festa o compleanno.img_0356-2

Come potete vedere questo borgo maremmano è sì ricco di storia secolare, ma ancor più dei ricordi, dei suoni e dei “colori” di ogni istante vissuto dai chiunque lo abbia visitato.

Vi aspetto per farvelo conoscere, come si fa quando si presenta ad un amico una persona cara della nostra vita.

img_4595-2

Da Maremma Amara a Maremma Amata

Non è sempre facile parlare e descrivere la terra in cui si vive.
Parlare di Maremma può essere semplice, e negli ultimi anni, molti hanno scritto e raccontato di questa terra, ma farlo in maniera originale e non monotona non è altrettanto facile.

Per questo vi parlerò della mia Maremma e di come, pur viaggiando molto, mi spinga sempre a tornare!

Io nasco a Roma e vivo la mia prima parte di vita nel Lazio (nella Tuscia Viterbese) ma ben presto per motivi familiari mi trasferisco a Montemerano in Maremma Toscana.

img_3589
Piazza del Castello a Montemerano

Sin da subito, grazie anche al mio pastore maremmano Bobo, mi innamoro della Maremma che ogni giorno, in ogni fase della mia crescita, mi sorprende in maniera differente.

Le piccole avventure di un bambino che trasforma il piccolo boschetto vicino casa in una foresta per avventure mitiche; il piacevole lavoro nei campi, con le pecore o in vigna con babbo e fratello; le giornate (e le nottate) adolescenziali passate a fare il bagno alle cascate del Mulino a Saturnia o al mare più bello del mondo, sono momenti della mia crescita che mi hanno legato alla Maremma.

img_1743
Cascate del Mulino a Saturnia

Quindi come si può ben capire la Maremma ha accompagnato la mia crescita e mi accompagna tutt’oggi nel mio lavoro e nelle mie passioni.
Ho cercato di raccontare e far capire a chi non conosce a fondo questa terra, amici, ospiti di Villa Acquaviva, conoscenti o incontri avvenuti nei miei viaggi, il perché bisogna assolutamente visitarla e viverla.

img_2998
Piscina all’alba a Villa Acquaviva

Con la mia passione per il Web e i Social ho cercato di condividere ancora di più questo mio amore per la Maremma: creando IgersMaremma, entrando a far parte da subito dei Maremmans e da agosto 2014 divenendo anche account manager ufficiale (insieme a Chiara e Nicola ed Elisa) di Instagramers Grosseto per la community nazionale di Instagramers Italia.

La Maremma è una terra che in passato è stata amara a causa della malaria, ma ha sempre mostrato, a mio parere, un’indole buona e accogliente, dietro quella sua cupa apparenza, si intravedeva una bellezza unica.

La Maremma non è solo natura incontaminata, è anche storia, cultura, cibo e grandi vini; è un Popolo, scontroso e particolare per quanto accogliente e buono, ma è sopratutto un Modo di vivere la Vita a un ritmo unico.

Spero di avervi un po’ incuriosito e stimolato a conoscere questa terra, parte della famosa Toscana, ma ancora lontano dalla fama della sua “madre patria”.

Se volete, sarà un piacere per me essere a disposizione per raccontarvela ancor più approfonditamente o suggerirvi semplicemente i posti da visitare o dove provare sulla vostra pelle il ritmo e l’atmosfera meno turistica e più reale.

img_3041
Panorami Maremmani in Estate