Quando l’Etica porta alla Frustrazione (in Italia)!

Man vs Women

L’etica può anche essere definita come la ricerca di uno o più criteri che consentano all’individuo di gestire adeguatamente la propria libertà nel rispetto degli altri. (Wikipedia)

Dalla notte dei tempi l’ETICA è stata sempre alla base delle relazioni umane, regolava le libertà degli uomini e il senso civico con cui relazionarsi sia nel campo sociale che nel campo del lavoro.

Insomma senza l’Etica la civiltà probabilmente non si sarebbe evoluta, ed in assenza di questo importante elemento ci troveremmo di fronte al caos più totale dove ognuno fa quello che vuole senza preoccuparsi di ciò che lo circonda e del rispetto che chiunque e qualunque cosa è degna di ricevere.

Beh vi domanderete, “perchè ci parli di questo argomento?! tu che di solito sembri sereno, dedito al turismo, vino, tecnologia, film ed altre bischerate?!”, semplice perchè proprio con il mio lavoro nel turismo, ma soprattutto nel mondo del vino sono arrivato a un momento in cui non tollero più la mancanza di rispetto e dell’etica.

Purtroppo mi sono scontrato con soggetti i quali sanno benissimo che la legge italiana NON è uguale per tutti, che la legge italiana non tutela il giusto, non persevera la giustizia nella vera forma ma la giustizia “a comodo”; soggetti che quindi si approfittano di questo stato della “giustizia” italiana e vivono come parassiti.

L’ultimo caso mi ha cambiato ed ora non sono più tollerante e paziente, ma arrabbiato e tendente al cattivissimo:

una importante cantina ha comprato vino da noi sottoscrivendo alcuni documenti di compravendita (stabilito di compravendita, DOCO di trasporto,Fatture di vendita), quindi concordando il bene, il prezzo di tale bene, i tempi di ritiro e quelli di pagamento, insomma ogni elemento che conduce alla conclusione di un affare.

Ma i problemi nascono quando cominciano a non essere rispettate le scadenze , ma non di giorni bensì di mesi, mesi in cui ci viene chiesto di pazientare, che la situazione si risolve presto, che stanno arrivando dei pagamenti, che un cliente gli ha promesso che lo paga e così anche noi saremo pagati siamo arrivati a un nuovo accordo “sottoscrivendo” una nuova scrittura privata con a garanzia anche fedijussone personale ed emissioni di cambiali.

Ebbene ad oggi siamo ancora qui in “dolce” attesa che tutto si concluda, anche se gli accordi sono nuovamente saltati, il nostro stesso avvocato ci dice che non può far nulla perchè anche se procediamo con un decreto ingiuntivo i tempi sarebbero così lunghi che forse a fine 2015 potremmo vedere la luce……sempre se non falliscono prima e sempre se hanno ancora la proprietà di beni mobili ed immobili; ci suggerisce che la miglior soluzione è quella di attendere i loro pagamenti, quando ci saranno.

Siamo praticamente RICATTABILI in ogni momento e soggetti alle decisioni altrui senza poter opporre alcuna protesta o volontà.

Praticamente non sono più proprietario di un’azienda vitivinicola, ma di una banca di credito a favore dei miei clienti che invece di guadagnare sugli interessi attivi si fa carico di moltissimi interessi passivi.

Ovviamente la cosa che mi porta più nervosismo è anche la catena che si crea nei pagamenti che noi dobbiamo fare verso i nostri fornitori, fortunatamente tutti ci conoscono non solo come azienda ma come famiglia e credono in ciò che diciamo, ma il dover mettere in difficoltà i miei fornitori per colpe non mie non mi va giù!

Quindi ora ditemi, perché dovrei vivere seguendo un’ ETICA che mi danneggia?

Back to the Future 3.0

Beh tornare a scrivere un post su questo blog a distanza di 5 anni non è proprio facile!

Sono mesi che penso e ripenso, mi convinco di farlo e mi convinco anche di non farlo, ma alla fine doveva accadere ed eccomi qua!

Da una prima rilettura, dei post scritti tra il 2005 e il 2008, mi sono reso conto quanto è cambiato il mondo di internet e dei blog. Per questo ho deciso di lasciar visibili solamente quelli che non hanno tempo, cioè frasi, aforismi o testi che sono sempre attuali (anche se graficamente impresentabili).

Da oggi cercherò di raccontarvi que

llo che durante la mia vita (da 1.0 a 3.0) vivo, incontro, leggo, mi emoziona, ciò che influenzerà e stimolerà i miei pensieri e la mia coscienza!

spero di non annoiarvi e spero che molti di voi mi influenzino e mi facciano crescere con l’interazione che si verrà a creare!

prima di concludere un grazie alla mia Annalisa che so già sopporterà questa mia mania come ha sopportato tante altre mie passioni!!

ps.: un grazie a Michaela Matichecchia, Roberta Zanella, Veronica Gentili, Copywriter Input, Cowinning e i Maremmans per avermi stimolato nuovamente a scrivere. POTEVATE PENSARCI PRIMA 

Thanx to Nanna

Bisogna essere sempre ubriachi.
Tutto sta in questo: E’ l’unico problema.
Per non sentire l’orribile fardello del tempo.
Del tempo che rompe le vostre spalle
e vi inclina verso la terra,
bisogna che vi ubriacate senza tregua.
Ma di che? di vino, di poesia o di virtù,
a piacer vostro. Ma ubriacatevi.
E se qualche volta sui gradini di un palazzo,
sull’erba verde di un fossato,
nella mesta solitudine della vostra camera,
vi risvegliate con l’ubriachezza già diminuita o scomparsa,
domandate al vento, all’onda alla stella all’uccello all’orologio,
a tutto ciò che fugge a tutto ciò che geme
a tutto ciò che ruota, a tutto ciò che canta
a tutto ciò che parla, domandate che ora e’;
Ed il vento, l’onda, la stella, l’uccello, l’orologio vi risponderanno
"E’ l’ora di ubriacarsi !"
Per non essere gli schiavi martirizzati del tempo, ubriacatevi;
Ubriacatevi senza smettere!
Di vino di poesia o di virtù, a piacer vostro.

Charles Baudelaire

“Se” di Rudyard Kipling

Se riesci a mantenere la calma
quando tutti attorno a te la stanno perdendo;

Se avrai fiducia in te stesso quando tutti dubitano di te
tenendo però nel giusto conto i loro dubbi;

Se sai aspettare senza stancarti di aspettare
o essendo calunniato non rispondere con calunnie
o essendo odiato non dare spazio all’odio…

 

Se sai sognare senza fare dei tuoi sogni i tuoi padroni…

 

Se sai costringere il tuo cuore,
i tuoi nervi, i tuoi polsi a sorreggerti
anche dopo molto tempo che non li senti più
e così resistere quando in te non c’è più nulla
tranne la volontà che dice loro: “Resistete!”;

 

Se sai parlare con i disonesti senza perdere la tua onestà
o passeggiare con i re senza perdere il tuo comportamento normale…

 

Se riesci a riempire l’inesorabile minuto
dando valore ad ogni istante che passa:
tua è la Terra e tutto ciò che vi è in essa…

“La vita dovrebbe essere vissuta al contrario” di Woody Allen

Tanto per cominciare si dovrebbe iniziare morendo, e così tricchete
tracchete il trauma è bello che superato.
Quindi ti svegli in un letto di ospedale e apprezzi il fatto che vai
migliorando giorno dopo giorno.
Poi ti dimettono perché stai bene e la prima cosa che fai è andare
in posta a ritirare la tua pensione e te la godi al meglio.
Col passare del tempo le tue forze aumentano, il tuo fisico migliora, le rughe
scompaiono.
Poi inizi a lavorare e il primo giorno ti regalano un orologio d’oro.
Lavori quarant’anni finchè non sei così giovane da sfruttare adeguatamente il ritiro dalla vita lavorativa.
Quindi vai di festino in festino, bevi, giochi, fai sesso e ti prepari per iniziare a studiare. 
Poi inizi la scuola, giochi con gli amici, senza alcun tipo di obblighi e responsabilità, finchè non sei bebè.
Quando sei sufficientemente piccolo, ti infili in un posto che ormai dovresti conoscere molto bene. 
Gli ultimi nove mesi te li passi flottando tranquillo e sereno, in un posto riscaldato con room service e tanto affetto,
senza che nessuno ti rompa i coglioni.
E alla fine abbandoni questo mondo in un orgasmo!

La Notte si Addensa Intorno a Me

La Notte si Addensa attorno a me
selvaggio e gelido soffia il Vento
ma una Magia Implacabile mi ha Vinto
e non Posso non Posso Fuggire
Alberi giganteschi piegano
i rami spogli gravi di neve
veloce la Tempesta si fa Vicina
pure non posso Fuggire
Nuvole e Nuvole su di me
deserti e deserti ai miei piedi
nessun Terrore potrà allontanarmi
non Voglio non Posso Fuggire
Emily Bronte